Se ti serve un motivo per mangiare carboidrati, leggi qui.

MANGIARE I CARBOIDRATI PRIMA DELLO
SPORT?
I RETROSCENA CHE NON TI ASPETTI DEI
PERSONAL TRAINER INGANNEVOLI.

Qui sotto ti copio subito alcuni messaggi che ricevo dai clienti soddisfatti
CHE SEGUONO IL MIO PROGRAMMA:

''... Ciao Ale siamo appena tornati da Genova e ti dirò che non ho mai raggiunto una forma cosi strepitosa. Inizialmente il peso non calava (come mi avevi già accennato) ma poi ho perso 6 kg nel giro di pochissimo e questo è grazie all'equilibrio interno che si è creato, finalmente anche io ho superato la prova costume. Ieri abbiamo bevuto un po troppo Vino da domani si ritorna in equilibrio hahahaha''

Elisabetta Abouskandar

Estetista

‘' Ciao Ale, ti metto 4 stelle e mezzo perché sai che il mio cellulare è rotto lo schermo e non mi prende bene, ma lo sai che per me sono 10 le stelline. Settimana prossima vuole iniziare anche mia mamma che deve perdere almeno 10 kg, con te sono tranquillo grazie''.

Rino Martinuzzi

Segretaria 

Questa guida contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale.
Qualsiasi riproduzione senza il consenso scritto dell’autore è strettamente proibito.
Copyright © 2022 · Equilibrio Metabolico · all rights reserved.


Spesso mi capita di sentire parlare di mangiare carboidrati prima dell’allenamento e poi per smaltire velocemente fare attività fisica soprattutto prima di andare a dormire, ma è proprio così?

 
STORIA NARRATA
Alberto dopo il post dell’ultima volta (La pasta finisce laddove inizia lo sport)  si è deciso ad iniziare a fare della palestra , la palestra è il miglior modo per stimolare tutti i muscoli e bruciare gli zuccheri, creando sempre una richiesta (da parte dei muscoli).

 
4 volte la settimana Alberto si dirige in palestra e seguendo la scheda fatta si allena intensamente per 1 ora, svuotando gran parte del glicogeno immagazzinato nei muscoli.

 ● Il glicogeno è la pasta accumulata, ovvero: Mangi la pasta > viene digerita> si trasforma in zuccheri> finisce nel sangue> l’insulina la dirige nei muscoli (se c’è richiesta)> si accumula come glicogeno> altrimenti diventa ciccia.


Il personal trainer della palestra gli dice che deve mangiare i carboidrati prima di allenarsi perché gli serve energia, ma questa è una bugia per 2 motivi:
1. Il corpo impiega svariate ore per digerire e non è mai consigliato mangiare prima dell’attività fisica

 
2. Il glicogeno si accumula in svariati pasti e non solo in uno solo, per ricaricare le riserve nei muscoli, il corpo impiega svariate ore.


1. Il corpo impiega svariate ore per digerire.

Il processo di digestione varia in base alla quantità di cibo che mangi, se mangi 1 mela impiegherai meno tempo rispetto che un pasto completo (primo, secondo e verdure).

   
Tieni conto che per digerire una mela ci vogliono minimo 45 minuti (che poi dipende dal metabolismo, se è attivo o meno).


Per un pasto normale almeno 3 ore.

 
Questo non vuol dire che non puoi allenarti ma...

 
Se Alberto mangia un pasto completo alle 12.30 e si allena alle 14.00, il tempo trascorso tra pasto e attività fisica sarà di 1 ora e mezza, Alberto potrà comunque allenarsi ma i suoi muscoli saranno carenti di sangue e ossigeno e sai perché?

 
Perché il sangue sarà impegnato nel digerire gli alimenti, quindi peggiorerà la digestione e l’allenamento.



2. Il glicogeno si accumula nel tempo.

Nei soggetti sedentari la quantità circa stimata è di 180-220 gr di carboidrati al giorno. 100-120 gr tutti i giorni per il sistema nervoso centrale il resto (ipotetico per arrotondare) è di 80 gr.

 
Iper Semplificando in questo caso.

Albero prima era sedentario e mangiava 100 gr di pasta al giorno e 2 frutti che gli bastavano per soddisfare le richieste del sistema nervoso centrale (120gr).

Essendo sedentario le riserve di glicogeno erano sempre sature, capisci che è facile trasformare gli zuccheri in grasso se sei sedentario...

 
Viceversa oggi Alberto si allena con regolarità e brucia gli 80 gr di carboidrati nei muscoli, potrà permettersi tutti i giorni 1 piatto di pasta in più rispetto a prima, senza trasformarli in grasso.


Quando li mangia (inteso se pranzo o cena) è indifferente perchè ci sarà sempre una
necessità di quei 80 gr mancanti, quindi se li mangia a cena o a colazione poco cambia.

Iper semplificando, mettiamo che Alberto necessiti di 80 gr di carboidrati al giorno...

Mangiare 4 pasti da 20 gr di carboidrati al giorno 

Mangiare 2 pasti da 40 gr di carboidrati al giorno

Mangiare 80 gr la sera al giorno


In tutti e tre i casi sempre 80 gr sono e l'insulina si alzerà per gli 80 gr non il numero dei pasti.


Come vedi, non cambia la quantità, anche se è distribuita in modo diverso, sempre 80 gr sono e il corpo li tratterà come tali.

 
Ed ecco qui il secondo inganno dei personal trainer.


Ad Alberto gli è stato detto di mangiare immediatamente dopo l’attività fisica per recuperare velocemente questo glicogeno e aumentare la massa muscolare, ma occorre ricordare che Alberto deve perdere peso e che ‘’evitando di mangiare subito, la lipolisi (processo di dimagrimento che avviene con l’allenamento) proseguirà per altre ore.

 
Quindi cosa occorre fare:
- Dopo l’allenamento puoi aspettare di mangiare fino a che non senti il senso di fare tornare.
- Mangiare carboidrati( se l’alimentazione lo richiede) nelle 2-3 ore successive alla fine dell’allenamento
- Eviterei di andare a dormire senza aver mangiato dopo l’allenamento, il rischio catabolismo (distruzione del muscolo) sarebbe troppo accentuato ma questo è un’altro tema...

 
Ad oggi è bene capire che di base, tutto il corpo ragiona in termini di assoluto e mai di specifico.

 
Se mangia molti carboidrati la mattina, puoi ridurli il pomeriggio e sera.

Viceversa se non mangi molti carboidrati la prima parte della giornata, la sera potrai mangiarne di più.

Questo è il segreto del dimagrimento, non ragionare nello specifico, ma
nell’assoluto...

Alessandro Marco Bosetti

Specialista del dimagrimento

Caro lettore,
mi presento, forse mi conosci o hai già sentito parlare di me attraverso il mio nome d’arte: “COACH TITANIUM”; classe 1990.

Vengo da una normale famiglia per nulla sportiva, ho iniziato all'età di 12 anni ad avvicinarmi al mondo delle palestre perchè pesavo 107 kg ed ero un bambino obeso.


Ad oggi ho perso 52 kg di grasso e ho trasformato la mia passione in lavoro diventando un Coach specializzato nel dimagrimento.




Leave a Reply

Your email address will not be published.